La vendemmia spiegata ai bambini
tutte le fasi della vendemmia

Curiosità sul vino 20 nov 2018

Cari Bambini, oggi vogliamo raccontarvi che cos'è la vendemmia e perché è tanto importante nella produzione del vino.

Vedremo insieme:

1.La vite
2.Quando ha inizio la vendemmia
3.La raccolta

Per ogni produttore di vino la vendemmia è una fase molto importante e viene svolta con molta cura, molti scelgono le uve migliori e lavorano con molta attenzione.
Ma iniziamo con calma partendo dalla pianta dell'uva: la vite.


1.La vite


Per cominciare è importante sapere che la vite è la pianta che produce l'uva, il frutto da cui si ottiene il vino. La vite è una pianta antichissima che viene coltivata da milioni di anni. Gli antichi Sumeri, gli Egizi e poi ancora i Greci e gli Etruschi coltivavano la vite e producevano vino anche se questo era molto diverso da quello che siamo abituati a bere oggi.

uva

Durante tutto l'anno la vite viene curata e coccolata affinché dia un frutto sano, bello e buono, viene potata e seguita nella sua crescita e, proprio come succede a tutti noi, se si ammala viene curata.

Esistono molti tipi di vite chiamati vitigni, nella nostra zona uno dei vitigni più famosi è il Sangiovese da cui nascono vini conosciuti in tutto il mondo come ad esempio il Brunello di Montalcino o il Nobile di Montepulciano.

La vendemmia è una parte importantissima della produzione del vino, è in questo momento che vengono scelte le uve migliori e che prendono inizio tutte le fasi della produzione.


Quando inizia la vendemmia


La vendemmia inizia solitamente a settembre quando l’uva è matura al punto giusto. Per capire quando è il momento di iniziare la raccolta è molto importante l’esperienza ma anche l’analisi dell’uva fatta da professionisti che sanno dirci quando l’uva è pronta.

Oltre ad essere un lavoro la vendemmia è da sempre una festa per chi vi partecipa, un tempo la vendemmia era l'occasione per ritrovarsi e stare insieme, i proprietari delle vigne organizzavano grandi pranzi a cui erano invitati tutti i raccoglitori che, oggi come allora, lavorano insieme tagliando i grappoli e riempiendo i cesti che vengono poi portati con il trattore in cantina dove inizia la lavorazione.

trattore


3.La raccolta


La raccolta dell’uva può avvenire a mano o anche attraverso una macchina che passa sopra alla vite e la scuote per far cadere i grappoli. Con la macchina vendemmiatrice la raccolta è sicuramente più veloce ma, se vogliamo ottenere un vino di qualità, è importante controllare le uve di persona e selezionare i grappoli migliori.
Insomma se vogliamo avere un buon vino l’uomo è fondamentale!

Una volta arrivata in cantina l'uva viene lavorata e "spremuta" per ottenere il mosto che poi viene lasciato nelle tini di legno, di acciaio o di cemento per molti mesi prima di poter essere chiamato vino. A questo punto alcuni vini più pregiati vengono lasciati ancora qualche mese o addirittura qualche anno in piccole botti di rovere chiamate barrique. Qui il vino invecchia e diventa ancora più buono fino a che non è pronto per essere imbottigliato.

Attraverso delle macchine il vino viene quindi inserito nelle bottiglie alle quali viene attaccata l'etichetta su cui è scritto il nome del vino, del produttore e alcune informazioni come la gradazione alcolica, il tipo di vitigno utilizzato, la zona in cui è stato prodotto e molto altro.

contadino

Una volta arrivata in cantina l’uva viene inserita nella macchina diraspatrice che serve a dividere i chicchi di uva, gli acini, dai raspi cioè dai rametti che li tengono uniti alla pianta. L’uva viene pigiata e si procede alla fermentazione, cioè alla trasformazione del succo di uva in vino.

Venite a trovarci in cantina per scoprire tutte le fasi della produzione dei nostri vini!

Siamo a tua disposizione
Per qualsiasi informazione sui nostri vini o per acquistare i prodotti o fare una degustazione, inviaci la tua richiesta.