In Vino Veritas
Quanto c'è di vero

Da sempre conosciamo il famoso detto “in vino veritas”, che significa “nel vino è la verità”, stando ad indicare quanto la nostra personalità possa cambiare quando beviamo del vino – quando siamo leggermente brilli, a dire il vero.

Ma quanto c’è di vero in tutto questo?

brindisi

Probabilmente un fondo di verità deve pur esserci, visto che non si tratta di una frase coniata ai giorni nostri relativamente a spensierati aperitivi in compagnia, ma è, bensì, un antico proverbio latino.

Affrontiamo il discorso senza finti moralismi: sarà capitato sicuramente a molti di voi di percepire qualche lieve cambiamento dopo aver bevuto quel mezzo bicchiere di vino di troppo. Niente di straordinario, forse solo una certa leggerezza, uno stato di felicità anche immotivata, oppure ancora una tristezza profonda altrettanto immotivata.

Il Grado Alcolico del Vino

Cosa succede quando eccediamo leggermente con il vino? La nostra personalità cambia veramente? Esce il nostro vero io come il detto latino suggerirebbe?
Effettivamente è quello che si pensa comunemente: l’alcool provoca un allentamento dei freni inibitori e ci porta ad abbassare la guardia, ad allentare il controllo che, quando siamo lucidi, pretendiamo di avere sulle nostre emozioni e sui nostri comportamenti.

Il discorso, in realtà, è così complesso che ha spinto un gruppo di scienziati ad effettuare un vero e proprio studio al riguardo: nel 2017, un team di ricercatori dell’ Università del Missouri e della Purdue University ha approfondito questa tematica analizzando i comportamenti su un campione di 156 volontari e ha poi pubblicato i risultati su Clinical Psychological Science.

Lo studio è partito con una raccolta di informazioni preliminari, ovvero è stato chiesto a tutti i partecipanti di compilare un questionario descrivendo la loro personalità sia da sobri che da alticci; dopodiché sono stati divisi in due gruppi: a un gruppo è stata data da bere della vodka, all’altro gruppo, invece, è stata data da bere una bibita analcolica.

prosecco

A coloro che avevano bevuto la vodka, cioè che avevano assunto alcool, è stato chiesto di fare dei giochi per mostrare tratti diversi del loro carattere, mentre a coloro che avevano bevuto soft drinks è stato chiesto di osservare gli altri durante lo svolgimento delle attività a loro richieste.

È stato poi chiesto ai primi di descrivere e valutare la propria personalità in quel momento e tutti hanno risposto di percepirsi in maniera molto diversa rispetto a quando sono del tutto sobri.

Anche ai sobri è stato chiesto di descrivere ciò che percepivano nei soggetti leggermente alterati dall’alcool e il risultato è molto interessante: questi ultimi non hanno notato grandi differenze di personalità negli altri fra prima e dopo aver bevuto vodka, se non una maggiore estroversione.

La conclusione dello studio, dopo aver raccolto le testimonianze di tutti i partecipanti è la seguente: il nostro status e la nostra personalità quando siamo leggermente alticci non sono poi così diversi da quando siamo sobri; solo la nostra personalità risulta essere meno legata e un po’ più aperta verso gli altri, alla socializzazione.





Siamo a tua disposizione
Per qualsiasi informazione sui nostri vini o per acquistare i prodotti o fare una degustazione, inviaci la tua richiesta.