PerchÉ le bottiglie di vino sono da 75 cl
ecco perché oggi usiamo bottiglie di vino da 75 centilitri

C’è chi è perdutamente innamorato dei vini bianchi, chi invece adora il gusto deciso dei rossi, chi ama le bollicine e chi i rosati. Ebbene si, ognuno ha il suo vino preferito ma ciascuno di noi si è chiesto almeno una volta perché imbottigliamo il vino in bottiglie da 75 centilitri.

Ogni produttore di vino sa bene che la giusta bottiglia è fondamentale per mantenere la qualità del vino ed è fondamentale scegliere il vetro giusto e la forma giusta perché anche l’occhio vuole la sua parte! Ma perché proprio da 75 centilitri?

Scopri qui tutta la storia

Esistono varie teorie per spiegare questa particolare unità di misura, secondo una di queste tutto dipenderebbe dalla forza polmonare degli antichi vetrai che soffiavano il vetro. Secondo questa teoria infatti, quando nel 1700 si cominciò a capire l’importanza di conservare il vino nel vetro, i soffiatori riuscivano a soffiare bottiglie non più grandi di 65-75 cl così, visto che si cercavano i recipienti più grandi possibili, si optò per le bottiglie da 75 cl.
Secondo alcuni invece dipende dal fatto che una bottiglia di questa grandezza contiene esattamente 6 bicchieri da 125 ml utilizzati nelle osterie. Altri ancora sostengono che questa unità di grandezza deriva dagli inglesi che misuravano il volume in galloni imperiali. Ogni cassa di vino poteva contenere solo 2 galloni e gli inglesi decisero di inserire 12 bottiglie per ogni cassa…0,75 per ogni bottiglia!

Qualunque sia la storia che preferite alle Cantine Ravazzi abbiamo sicuramente la bottiglia che fa per voi, per la nostra Collezione Privata abbiamo scelto bottiglie particolari e accattivanti che sapranno rendere molto più affascinante la vostra tavola e saranno un regalo perfetto per i vostri amici!

Scoprite tutti i nostri prodotti.

Siamo a tua disposizione
Per qualsiasi informazione sui nostri vini o per acquistare i prodotti o fare una degustazione, inviaci la tua richiesta.