I colori del vino rosso
come riconoscere un vino dal suo colore

Curiosità sul vino 10 nov 2015

Nella degustazione del vino l’esame visivo è molto importante perché ci permette di capire, in una sola occhiata, l’età del vino che stiamo per gustare. Ma quali sono le differenze di colore tra un vino giovane e uno rinvecchiato? Proviamo a capirlo insieme.

Nei vini rossi, quelli più giovani hanno un colore rosso accesso, tendente al porpora. Si tratta di quei vini, che non hanno avuto un periodo di affinamento in bottiglia o nelle botti. Solitamente i vini di questo colore hanno una particolare predisposizione per l’affinamento in bottiglia. Altri vini, sempre giovani possono avere invece un colore rosso rubino che può variare di intensità.

I vini sottoposti a lungo affinamento hanno invece un colore rosso granato, si tratta di vini importanti, da meditazione, o che ben si abbinano a piatti ricchi. Negli ultimi anni è divenuto di gran moda abbinarli anche ad aperitivi a base di salumi o formaggi stagionati.

I vini molto invecchiati e affinati magari in botti di rovere, presentano invece un colore rosso dai riflessi arancio. Questo avviene perché l’ossidazione fa perdere al vino gli antociani, pigmenti idrosolubili che conferiscono al vino il suo particolare colore rosso.

Divertitevi a scoprire l’età dei nostri vini, guardate tutte le nostre offerte.

Siamo a tua disposizione
Per qualsiasi informazione sui nostri vini o per acquistare i prodotti o fare una degustazione, inviaci la tua richiesta.