Pranzo di Natale
I vini consigliati dalle Cantine Ravazzi

Cibo e vino 29 ott 2019

Con questo sole caldo e splendente non si direbbe, ma fra non molte settimane sarà Natale!
Sembra sempre una data così lontana…invece eccoci qui, in pieno autunno, nonostante il clima mite e prossimi alle festività natalizie.
I più previdenti di voi staranno già pensando ai regali di Natale – veramente anche noi – e ad organizzare i festeggiamenti: pranzi e cene, in famiglia o in compagnia degli amici.
Quali momenti migliori per riunirsi attorno ad una tavola riccamente imbandita, in compagnia degli affetti più cari, se non durante le feste? E quelle Natalizie sono le feste per eccellenza!

In Italia i festeggiamenti relativi al Natale variano da zona a zona: ci sono luoghi in cui il festeggiamento principale è il giorno della Vigilia, con il cenone; in altri posti la festa vera e propria è il giorno di Natale a pranzo; oppure, per non sbagliare, c’è chi festeggia con entrambi, cenone della Vigilia e pranzo di Natale.
Dalle nostre parti, la tradizione vede come evento centrale delle feste natalizie il pranzo di Natale, che si compone di un menù ricchissimo, un vero e proprio banchetto.
Si comincia con gli antipasti, che prevedono crostini e affettati di ogni tipo. Protagonisti immancabili degli antipasti natalizi, ma anche di ogni altro banchetto, in qualsiasi momento dell’anno, i crostini neri, i famosi crostini di fegatini di pollo.
Per quanto riguarda i primi la scelta è molto ampia, sia sul numero di portate da mettere in tavola sia sul tipo. Ogni massaia, in base all’estro del momento e anche al tempo che ha a disposizione, può scegliere fra tortellini – generalmente in brodo, ma anche al ragù talvolta – lasagne, cannelloni, ravioli, pici, tagliatelle e pappardelle. I condimenti che vanno per la maggiore sono di solito i ragù, appunto, ricchi e corposi, che proprio in occasione delle festività sono stati preparati con particolare amore e cura, fatti cuocere almeno per un pomeriggio intero.
E i secondi? Qui ci si sbizzarrisce con arrosti di ogni tipo: pollo, faraona, anatra, oca, piccione, roastbeef, arista di maiale e, perché no, anche cacciagione.
Accompagnamento classico: le erbette di campo ripassate in padella e le patate arrosto.
Nella maggior parte delle famiglie è difficile che si scelga di presentare un solo primo e un solo secondo: in genere si abbonda in numero di portate, sia fra i primi che fra i secondi.
Il fil rouge che unisce tutto il pranzo di Natale è, come abbiamo potuto vedere dall’elenco dei piatti tradizionali, la carne.
La cucina toscana delle grandi occasioni ruota molto attorno alla carne: nell’antica società contadina, quando quotidianamente si facevano i conti con le ristrettezze, normalmente i pasti erano piuttosto frugali, a base perlopiù di verdure, legumi, paste, zuppe e minestre; per le cosiddette “feste comandate” come appunto il Natale, si indulgeva invece in pasti più ricchi, dove la ricchezza era appunto espressa dalla presenza della carne.
Tuttora il menù natalizio della nostra tradizione ruota intorno a questa concezione di ricchezza e abbondanza.

Accanto a portate di tale struttura e importanza, quale vino abbinare?
Qual è il vino ideale per il pranzo di Natale?
Di sicuro serve un vino anch’esso dotato di una certa struttura, corposo e importante.
Dalle nostre cantine, vi consigliamo il nostro Chianti DOCG Riserva “Borioso”. È un vino di grande struttura, caldo, avvolgente e dalla tannicità morbida. Con i suoi aromi di frutta rossa matura e le sue sfumature tostate e la gradazione alcolica di 13,5° è l’accompagnamento perfetto di un pranzo ricco e sostanzioso in cui sia protagonista la carne.

Il pranzo si potrebbe dire concluso qui. Per i più coraggiosi, quelli che hanno ancora uno spazietto nello stomaco, ci sono i tradizionali dolci natalizi – ricciarelli, cavallucci e panforte – accompagnati dall’immancabile bicchierino di vinsanto.
Il nostro vinsanto Occhio di Pernice è perfetto per accompagnare i dolci tradizionali toscani, speziati e non troppo zuccherosi; è anche ottimo gustato da solo, magari mentre si trascorre il pomeriggio dopo il banchetto davanti al camino.




Siamo a tua disposizione
Per qualsiasi informazione sui nostri vini o per acquistare i prodotti o fare una degustazione, inviaci la tua richiesta.